La straordinaria carriera del regista canadese sarà presentata – in anteprima italiana, dal 15 marzo al 3 maggio – in 3 mostre ospitate in Toscana, con una retrospettiva dal titolo “Evolution”, a cura del Toronto International Film Festival. L’edizione 2015 che il Lucca Film Festival dedica a David Cronenberg, fra i maestri indiscussi del cinema contemporaneo, prevede alla Fondazione Ragghianti di Lucca un’esposizione di un centinaio di oggetti di scena, costumi, disegni, schizzi, foto e filmati mai visti. Prevista la presenza di ospiti come Terry Gilliam, Alfonso Cuaron, Matteo Garrone e Jeremy Irons. Una sezione distaccata, intitolata “M. Butterfly” – incentrata sul film omonimo, a sua volta tratto da una pièce di David Henry Hwang – sarà visitabile al Museo Puccini. L’Archivio di Stato agli ex Macelli ospita invece “Red Cars”, installazione multimediale curata da Domenico De Gaetano, dedicata alla Ferrari e al mondo delle corse e ispirata all’omonimo libro del 2005, sceneggiatura per un film però mai realizzato. Infine, alla Galleria di Arte Moderna e Contemporanea (GAMC) di Viareggio, c’è “Chromosomes”, curata sempre da Domenico De Gaetano e Alessandro Romanini, in cui sono esposti 70 fotogrammi scelti dallo stesso Cronenberg e tratti dai suoi lungometraggi più famosi, ormai diventati icone di arte contemporanea.

Elisabetta Mereu