Castiglioncello e  non solo. Con l’inizio della bella stagione è piacevole percorrere le strade che costeggiando le coste tirreniche, dove la vista del mare si alterna a quella di paesi  e piccole cittadine in cui fermarsi è sempre un piacere. Per questo è bene fare un programma di tutte le iniziative che, nei  fine settimana, vedono protagonisti molti di questi territori vocati al mare e al cibo.  Per conoscere davvero un territorio il mezzo migliore è “capire” il cibo che produce, che porta in tavola e per questo sarà sicuramente  interessante seguire la seconda edizione di del Foodies Festival di Castiglioncello in provincia di Livorno presentata oggi a Firenze.

Sarà la cittadina amata da tanti divi del grande cinema degli anni ’50, da Mastroianni a Gassman, che aprirà il mangia-in-giro un “comune” viaggio gastronomico, un percorso  organizzato dall’Assessorato al Turismo del Comune di Rosignano Marittimo con il contributo della Camera di Commercio di Livorno, e la sostanziale partecipazione di Vetrina Toscana.

Il programma si apre il 24 aprile a Castiglioncello con il Foddies Festival e proseguirà fino al 26 con una serie di eventi  dove il cibo sarà abbinato alla salute, al lavoro, alla socialità e anche all’archeologia. Saranno trattati gli effetti beneifici dell’olio extra vergine d’oliva, la cucina popolare con i suoi “saperi”,  sarà coinvolta l’alta ristorazione. Interessante il forum dedicato alla Taste Archaeology veri “scavi” archeologici nel cibo dei nostri antenati sezione curata dalla Direzione del Museo Museo Archeologico Comune di Rosignano Marittimo. Grandi chef si cimenteranno per la delizia dei partecipanti in esibizioni e tutto l’indotto sarà a disposizione dei visitatori.
2 e 3 maggio sarà, invece,  Rosignano Solvay, ad ospitare “Cacciucco senza trucco” dove il  tipico piatto livornese sarà il protagonista per due giorni con assaggi e incontri. Dal 16 al 17 maggio a Vada un altro incontro “mirato”: “Il Principe Ranocchio”. Ultima data in programma il 23 e 24 maggio con Maggio Formaggio a Castelnuovo Gabbro e Nibbiaia, frazioni collinari vocate da sempre all’agricoltura di qualità e alla pastorizia, occasione imperdibile per poter degustare le ricette legate a tutti i prodotti caseari del territorio.

Roberta Capanni