Questi antichi mezzi di locomozione a vapore costituiscono una grande attrazione turistica per il nostro Paese e richiamano ogni anno migliaia di persone da ogni parte del mondo che vogliono provare l’emozione di viaggiare su questi convogli a velocità ridotta, potendosi gustare così tutte le bellezze dei nostri paesaggi.
E in questo settore la Toscana è capofila rispetto ad altre regioni, avendo costituito da oltre 20 anni un’Associazione fondata da un gruppo di persone delle Ferrovie dello Stato ed appassionati di treni che dettero vita al progetto di recupero e mantenimento in esercizio di una locomotiva a vapore, che altrimenti sarebbe stata avviata alla demolizione, come molte altre consorelle.
Così – nel 1995 – nacque ‪#‎ATTS‬, l’Associazione Toscana Treni Storici “Italvapore” alla quale le ‪#‎FS‬ hanno dato in gestione questo comparto, presso l’area del dismesso Deposito Locomotive di Pistoia che è diventato il ‪#‎DepositoRotabiliStorici‬, per la salvaguardia di una “antica memoria nazionale ferroviaria”, la cui forma più tangibile è rappresentata dalla conservazione e restauro di mezzi, veicoli ed anche linee ferrate ed infrastrutture, non più in uso, rappresentativi della storia italiana sui binari.
Sono circa 25 le locomotive rimesse in funzione che attualmente effettuano servizio per manifestazioni di vario genere lungo tutta la penisola, grazie al lavoro del personale che viene appositamente formato in qualità di tecnici, operai e macchinisti, per poter ripristinare tutte le attività necessarie a farle viaggiare, esattamente così come avveniva 100 anni fa.
La volontà di perpetrare questa tradizione affinché ne usufruiscano anche le nuove generazioni, facendo uscire dal silenzio e dall’isolamento le locomotive d’epoca riportandole tra la gente, sta dando degli ottimi riscontri e negli ultimi anni sono sensibilmente cresciuti l’ interesse ed il consenso del pubblico.
La prima iniziativa dell’anno che ha dato occasione a grandi e piccini di poter viaggiare su questi rotabili – sicuramente meno confortevoli di quelli di oggi, ma decisamente dotati di un particolare fascino – è stata il 6 gennaio, proprio in Toscana.
Il treno a vapore Gr 741-120, partito dalla Stazione Centrale di Firenze ha infatti percorso circa 100 km con a bordo ben due Befane che hanno distribuito le tradizionali calze non solo a tutti bambini che hanno effettuato il viaggio con i loro familiari ma anche a tutti quelli che le aspettavano alla stazione di ‪#‎SanPieroaSieve‬, caratteristico paesino del ‪#‎Mugello‬, in cui la ‪#‎Proloco‬ aveva organizzato – per l’11° anno – una bella festa conviviale per le centinaia di persone presenti.
Una giornata in allegria che ha messo insieme due belle tradizioni, come documenta il VIDEO realizzato per l’evento.
Elisabetta Mereu