Partiranno da domani, 30 maggio, nella città di Pisa, una serie di incontri ed eventi per gli appassionati della Vespa e delle moto.
Nata dal genio di Corradino D’Ascanio, nel 1946, la Vespa fu progettata in funzione dell’uomo, perché potesse sedersi agevolmente e permettesse, per la prima volta nella storia, la guida anche alle donne.
L’ingegnere aeronautico, lavorò su un prototipo creato per la Piaggio ribattezzato scherzosamente “Paperino”, per poi creare quel gioiellino del design italiano riconosciuto in tutto il mondo.
Una passione, quella per la Vespa, portata avanti nel tempo dal VespaClub di Pisa, che quest’anno organizzerà tre incontri presso la Stazione Leopolda e che il 4 luglio inviterà tutti gli appassionati a ritrovarsi per il raduno della 7° tappa notturna Pisa-Lucca-Abetone.
Un’ottima iniziativa questa, per portare avanti e far rivivere con passione, quel Made in Italy che ha segnato la storia del nostro Paese.

Eleonora Redegoso