Alpe Cimbra ossia la montagna di Folgaria Lavarone e Luserna. Un territorio che è un susseguirsi di boschi, pascoli, laghi, cascate, un percorso affascinate per tutti e assolutamente adatto a chi ama pedalare. L’Alpe Cimbra offre, infatti, 300 chilometri di sentieri tutti percorribili con la Mountain Bike, con livelli adatti a tutti ma anche percorsi per chi desidera praticare questo sport secondo la disciplina preferita. Percorsi su strada con dislivelli dai 1000 ai 1800 metri di quota immersi nelle sfumature del verde dei pascoli e delle conifere.
La montagna piace sempre di più a chi ha deciso di fare di questo sport il “suo” sport e l’Alpe Cimbra che si pone a scavalco tra la vicina Valsugana e il Lago di Garda ha creato una rete organizzativa che rende  possibili escursioni in giornata lungo i percorsi del Lagorai Bike e del Mountain & Garda Bike Tour.
Ma da questo territorio è davvero passata la nostra storia recente, appena 100 anni fa, su queste montagne si combatteva la Prima Grande Guerra Mondiale, quella da ha dato forma al nostro paese, e qui, ha lasciato tracce uniche nelle fortezze, raggiungibili appunto in Mtb.
E sempre qui si è svolta la famosa competizione conosciuta come la 100 km dei Forti (12-13-14 giugno 2015) lungo un tracciato  e amato dai bikers di tutto il mondo.Tanti i saliscendi lungo la ex viabilità militare della Prima Guerra Mondiale dove si incontrano le rovine dei forti austriaci e italiani tra cui il Forte di Spitz-Verle, Forte Belvedere, Forte Busa e tanti altri, che ancora  lasciano intendere le fatiche dei poveri soldati. La “100 km dei Forti” si divide in tre circuiti che si chiudono ad anello e che sono percorribili indipendentemente l’uno dall’altro o in un’unica soluzione: 52,5 km sull’altopiano di Folgaria (ingresso al Passo del Sommo) 23,95 km sull’altopiano di Lavarone (accesso da Parco Palù) e 26,48 km a Luserna.

Roberta Capanni