Oh… guarda, un altro Lions.

Ormai li riconosco a vista. Mi ricordo quando erano pochi pochi. Mi piacevano già perché si fan chiamare Lions, ed io, dato il mio essere, ero curioso di cosa facevano. Ora l’ho imparato dalle loro chiacchiere, a volte poi fanno i loro incontri in Palazzo e allora sì che li sento raccontare dei loro “services”, li chiamano così. Cercano i soldi e poi intervengono per mettere a posto qualcosa, una malattia, un’opera d’arte. Intervengono proprio su tutto. Unica organizzazione privata internazionale ad essere all’Onu, alla Fao, all’Unicef ed in altre associazioni. Sono in tutto il Mondo, 210 Nazioni. Più che i leoni nella savana, certo… loro aumentano, nella savana no. Oddio, oltre che Marzocco alla fine mi farò chiamare Lions e metto il pin sullo scudo!! Aspetta, quei due Lions stan dicendo che all’Expo avranno uno spazio tutto loro per raccontarsi e fare affiliati. Beh, con questo momento di negatività, dove tutto sembra andar male, sento che nei Telegiornali c’è solo chi uccide e chi ruba, è bene raccontare come si possa essere positivi e fare del bene. Ieri in un telegiornale hanno raccontato di un fattorino che ha trovato un portafogli pieno di soldi e lo ha riportato. Allora esiste il buono!! Si ma il telegiornale prima e dopo morti, ammazzamenti, furti, truffe e per quel ragazzo appena pochi momenti e poi via. Ovvia, a stare in piazza e sentire e vederli tutti, a volte prende lo sconforto, ma poi ti accorgi che il buono c’è e di più di quanto ‘un si creda. Solo che non fa notizia, meglio un po’ di morti o una truffa.

Aspetta, aspetta, voglio sentire quel gruppo laggiù di stranieri… parlano di turismo qui a Firenze. Sai io me ne intendo, ne ho tanti visti in questi secoli. Basta, se no mi rimetto a raccontare di Edmondo De Amicis e delle sue amiche, certo lui era un bell’ufficialetto.

Quando ritorni, ti racconto di cosa parlano quei turisti e se ne discute, ciao