Svizzera da record a Milano. È successo sabato 26 settembre in Piazza Duomo a Milano con un concerto da record. I corni alpini sono scesi dalle magnifiche montagne della Svizzera entusiasmare i milanesi e tante autorità sia svizzere che italiane.

420 corni delle Alpi, accompagnati da sbandieratori e tamburini, hanno eseguito all’ombra delle “Madonina” l’ouverture del Guglielmo Tell di Gioacchino Rossini e due brani inediti composti in occasione di Expo 2015.

Per chi non avesse mai sentito il suono dei corni svizzeri questa è stata l’occasione per ascoltare, ma anche per vedere, questo strumento di legno particolarissimo, senza fori né chiavi. Un lungo tubo in abete o larice che emette tonalità che può essere udita a molti chilometri di distanza e per questo usato nei secoli come strumento di segnalazione tra i pastori in alpeggio.

Per questa prima volta dei corni fuori dai confini nazionali si è provveduto alla certificazione per far entrare l’evento milanese nel Guinness dei primati. Un altro “record” per questa nazione tanto amata dagli italiani per le sue bellezze e le particolarità di ogni cantone. E chi non avesse ma preso il trenino rosso del Bernina o non avesse assaggiato i Malakoff del cantone di Vaud, o non fosse stato sul lago di Ginevra, o ancora non avesse visto Zurigo, Basilea o Lucerna, solo per citare qualche città, deve assolutamente provvedere.

Roberta Capanni

swiss-image.ch/Photo Andy Mettler