Un richiamo che affascina una quantità sempre maggiore di persone. Lo dicono i numeri. A tutte le manifestazioni delle ‘Bellissime di ieri’ aumentano le vetture iscritte e gli equipaggi naturalmente.
E la Firenze-Fiesole, con la rievocazione storica di domenica, non ha fatto eccezione. Oltre 100 le auto presenti che sono per così dire ‘sfrecciate’ per i tornanti fiesolani dopo la sfilata in Firenze da Piazza S.S. Annunziata a Piazza Edison.
Di qui, a mezza mattina, ‘il via’ con partenze cadenzate, con motori che cantano – come ci ha detto un meccanico artigiano- ‘sì, perché i pistoni d’un tempo, si sentono a orecchio!’
Splendide Alfa, d’inizio secolo, Lancia, Fiat, Ferrari magiche(orgoglio dell’ineguagliabile storia dell’auto italiana), e anche Jaguar, MG, Morgan, Porsche e Mercedes, e molte altre vetture di fascino, si sono cimentate in salita con accelerate e staccate spettacolari. Pubblico numeroso e appassionato, in una giornata baciata dal sole. Bellissimo il passaggio di San Domenico con la ?chicane’, l’allungo di villa Krauss e naturalmente suggestivo l’arrivo in una Piazza Mino brulicante di auto e spettatori. Per finire, premiazione in un clima di grande festa all’insegna del senso del bello. Appuntamento all’edizione 2016. Impeccabile l’organizzazione della Scuderia Clemente Biondetti.

Lorenzo Caffè