Quando entri nella sua casa laboratorio pensi immediatamente: ora so cosa vuol dire trovarsi nello studio di un’artista! In ogni angolo pennelli, colori, bozzetti, materiali in sperimentazione e oggetti già finiti, pronti ad essere imballati per la prossima mostra. Un lavoro senza soluzione di continuità, un work in progress che non conosce pause! Così come il percorso artistico di Sandra che ha iniziato giovanissima in un laboratorio artigiano di ceramica, affinando la propria manualità nella lavorazione della creta, successivamente si è diplomata come grafica pubblicitaria ed ha frequentato corsi di restauro su tela‚ vetro e stoffa‚ non tralasciando la pittura e neanche l’affresco. Tutte espressioni di un innato talento e una sconfinata creatività. E come se non bastasse, fra le proprie esperienze un altro fiore all’occhiello è stato il restauro dell’altare ligneo del ‘700, nella chiesa spagnola di Chacas, piccolo paese sulle Ande peruviane, come dono volontario al movimento del padre salesiano, Padre Ugo De Censi, l’OMG di cui fa parte da anni. Nella prima foto la vediamo mentre consegna il quadro realizzato per il pianista Michele Campanella che si esibì 2 anni fa in un concerto di beneficenza proprio a favore della Onlus.

I quadri e tutti gli oggetti di Sandra Ferroni svelano che l’artista lavora in totale armonia con gli elementi che usa e plasma di volta in volta a suo piacimento. L’argilla, gli smalti, i colori non hanno più segreti per lei che negli anni è riuscita a farseli amici, tanto da divertirsi ad immaginare e creare grazie a loro spettacolari e caleidoscopici turbinii artistici, da ognuno dei quali emerge la propria poliedrica personalità ed uno stile assolutamente originale e inconfondibile.

Le opere di Sandra Ferroni saranno esposte nella mostra “Colore e Fantasia – sculture in ceramica e tele dipinte”, ogni fine settimana a partire dal 4 febbraio al 24 marzo presso le sale espositive di Villa Pecori Giraldi a Borgo San Lorenzo, in Mugello.

Elisabetta Mereu